Walk The Talk

EVENTO AMCHAM

La leadership femminile nel post-covid: un asset per il Sistema Italia

10 Jun 2021

11:30

A poco più di un anno dallo scoppio della pandemia, il bilancio dei suoi effetti sul lavoro non è confortante, soprattutto se si guarda all’aumento della disoccupazione e del gender gap. Le categorie più colpite dall’emergenza sanitaria sono state quelle che già erano lavorativamente più svantaggiate: le donne e i giovani. In particolare, abbiamo assistito ad un incremento del carico di lavoro venutosi a sommare alle responsabilità familiari soprattutto per le donne con figli. La percentuale di donne che ha perso il lavoro nel 2020 è stata doppia rispetto a quella degli uomini e il divario occupazionale di genere che si era creato durante il lockdown non è stato colmato.

Un bilancio difficile che ci obbliga, come Paese, a uscire da questa impasse. Il 2021-22 dovrà essere il biennio della ripartenza anche per l’occupazione e la leadership femminili, attraverso politiche di promozione e di sostegno che siano concretamente capaci di invertire la rotta. La speranza arriva anche dal Recovery plan che prevede “un investimento significativo sui giovani e le donne”. Nel Piano infatti è stata inserita la clausola per favorire l’occupazione giovanile e femminile nonché misure di ampliamento dell'offerta di asili, il potenziamento della scuola per l'infanzia e il miglioramento dell'assistenza ad anziani e disabili che aiuteranno indirettamente le donne, che spesso devono sostenere la maggior parte del carico assistenziale delle famiglie.


Saluti di benvenuto

Tanya L. Cole

Consul for Commercial Affairs, American Consulate General

Intervengono

Giorgia Abeltino

 Sr. Director Public Policy South Europe, Google

Valeria Chiesa

Direttore Affari Istituzionali e Relazioni Esterne, Humanitas

Alessandra Genco

Chief Financial Officer, Leonardo

Modera

Laura Alice Villani

Managing Director and Partner, BCG

SPONSORIZZATO


PATROCINIO DI


Via Cesare Cantù 1 - 20123 Milano - Italia