Nel Salento le intelligenze per la sanità del futuro

L'INTERVISTA A PERRINO (MEDTRONIC ITALIA)

NEWS AMCHAM

«Un laboratorio di eccellenza diffuso nel territorio e del quale, il Salento Biomedical District, inaugurato a Cavallino in Puglia rappresenta un tassello importante. Sarà incubatore di iniziative imprenditoriali e attrattore di investimenti destinati alla ricerca. Inoltre sarà in rete con quelli già presenti nel Paese a Mirandola, a Napoli e a Milano, e al quale ne seguiranno altri». A spiegare la visione del centro aperto ieri nel Salento è Michele Perrino, presidente e AD di Medtronic Italia.

Quali sono gli obiettivi dell'iniziativa? «Sono legati a quelli del progetto complessivo, nato nel 2017, che si prefigge due scopi. Il primo è quello di formare la leadership della classe dirigente della struttura farmaceutica e medica. Il secondo è quello di accompagnare lo sviluppo di idee e brevetti di quelle aziende che operano nel settore della sensoristica e del monitoraggio della salute».

Perché avete puntato sulla Puglia? «Sul territorio salentino esistono già competenze importanti nel settore della salute. L'istituto di tecnologia di Genova ha una sua filiale specializzata in questo campo. Non solo. Il Cnr ha qui un istituto di nanotecnologie applicate alla sanità e l'Università del Salento ha, al suo interno, eccellenti ricercatori. 


Via Cesare Cantù 1 - 20123 Milano - Italia