L'hotel Britannique, storico 5 stelle lusso a Napoli, apre le sue porte agli USA

Cerimonia di affissione della Targa AmCham Italy il 14 gennaio alla presenza del Console Generale USA, Mary Avery.

NEWS AMCHAM

Grazie alla presenza di AmCham Italy, attraverso l'operato del suo Rappresentante Locale a Napoli, Massimo Petrone, il capoluogo campano si conferma ancora una volta come uno dei più importanti e strategici punti di riferimento USA in Italia.

Un forte legame, quello tra la città e gli Stati Uniti, instaurato già nel lontano 1796 con l'insediamento del Consolato Generale degli Stati Uniti d'America a Napoli, ancora oggi Rappresentanza molto attiva sul territorio e una delle sedi diplomatiche americane più antiche del mondo.

Lo scorso 14 gennaio lo storico hotel 5 stelle lusso "The Britannique" ha aperto le sue porte agli USA, affiggendo la targa di AmCham Italy alla presenza del Console Generale USA, Mary Avery.

"Fin dal mio insediamento a Napoli - ha detto la Console - ho potuto verificare subito che i legami tra Usa e Sud Italia sono sempre più saldi grazie anche all'importante ruolo della Camera di Commercio Americana nel rafforzare queste relazioni». Ricordando poi questo difficile anno, la Console ha aggiunto: "In questo periodo si è aggiunto lo sforzo delle imprese americane che hanno donato circa 50 milioni di dollari ad ospedali e istituzioni italiane che combattono nella lotta al Covid». Di questi circa 5 milioni sono giunti in Campania, in particolare agli ospedali Cotugno e Pascale. "Gran parte dell'assistenza fornita dalle imprese americane all'Italia - ha spiegato Avery - è arrivata grazie al ruolo fondamentale di coordinamento e supporto che ha svolto AmCham Italy. Questi contributi sono un'ulteriore prova dell'incredibile e storica amicizia che lega Stati Uniti e Italia»

Da fine '800, artisti, principi, politici e avventurieri ammirarono il Golfo di Napoli da questo magnifico hotel, già Socio AmCham, che con il passare degli anni ha rinnovato il suo splendore, diventando una vera e propria istituzione napoletana e punto di riferimento del turismo internazionale e in particolare americano. Tra gli ospiti più illustri ricordiamo: il Principe Umberto di Savoia, la Regina Federica di Grecia, Arthur Conan Doyle, Virginia Woolf e George Bernard Shaw. 

 

 

 


Via Cesare Cantù 1 - 20123 Milano - Italia