Da New York a Malpensa, riapre la rotta atlantica.

Atterrati i primi voli Covid tested di Delta e American Airlines.

NEWS AMCHAM

La "rotta aerea atlantica" fra New York e Milano è ripartita con l'arrivo dei primi due voli Covid tested di Delta e American Airlines.

Sono sbarcati in tutto 115 passeggeri, dopo una anno di assenza, un segnale importante verso il progressivo ritorno alla normalità.

Poter volare in sicurezza sanitaria è un requisito fondamentale. American Airlines ha accolto l'arrivo del suo aereo con la classica fontana "sparata" da due autopompe dei vigili del fuoco: liquido speciale, per alimenti, quindi non inquinante, rosso e blu come i colori della compagnia aerea. Sea, la società che gestisce gli aeroporti di Milano, con l'avvio di questi collegamenti ha riaperto il Terzo satellite del Terminal 1 che era stato chiuso nel novembre scorso.

Tutti i passeggeri sbarcati hanno effettuato, come richiedono questi voli, il tampone rapido nell'area allestita nel Terminal evitando così, in caso di negatività, la quarantena. Test che hanno dovuto effettuare anche per potersi imbarcare a New York. Un modello che si prevede sarà seguito anche da altre compagnie aeree.

Se si viaggia da Milano a New York invece le regole allo sbarco sono diverse perché lo Stato prevede l'isolamento fiduciario.

Presenti all'arrivo dei passeggeri a Malpensa il ministro del Turismo Massimo Garavaglia, il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana e l'amministratore delegato di Sea, Armando Brunini.

"Un evento semplice, come l'arrivo di un volo da New York può diventare il simbolo del ritorno alla normalità - ha detto Massimo Garavaglia -. Ci auguriamo che eventi come questo possano rientrare nella normalità nel brevissimo futuro ed anticipare quanto possibile la chiusura della fase sperimentale. È in dirittura d'arrivo il green pass europeo e questo consentirà di poter tornare a viaggiare in sicurezza".

Sono i primi collegamenti passeggeri da New York a Milano dalla fine di marzo dell’anno scorso. Un anno di attesa e di lavoro per far ripartire voli cruciali per l’economia e per le persone - ha sottolineato Armando Brunini -. Il nostro auspicio è che le restrizioni vengano allentate il più presto possibile. Se i voli sono sicuri devono poter essere utilizzati da chi viaggia per turismo e per affari”. Brunini ha poi ricordato l'importanza della tratta Milano - New York che da sola nel 2019 aveva registrato il record con poco più di un milione di passeggeri trasportati.

L’obiettivo ora è quello di aumentare a Malpensa le rotte Covid tested come quella da New York, in fase sperimentale fino al 30 giugno come ha stabilito il ministro della Sanità Roberto Speranza. Si guarda a voli a lungo raggio per l’Estremo Oriente e a medio raggio da e per il Golfo Persico e alla Russia.

 

*Estratto dell'articolo de "Il Giornale" del 3 aprile

 

 

 


Via Cesare Cantù 1 - 20123 Milano - Italia